SPEDIZIONE GRATUITA & RITORNI: EU, CH, US

0

Il tuo carrello è vuoto

novembre 26, 2020 3 min read

INTERVISTA A MANUELA RIVETTI 

La Spinetta è uno dei produttori di vino preferiti di Nosetta; con sede ad Asti e attiva fin dai primi anni '60, l'azienda di famiglia è diventata presto una delle aziende vinicole più prestigiose al mondo, grazie a uno straordinario spirito imprenditoriale e a una carta dei vini pluripremiata.

In occasione delle festività natalizie, abbiamo avuto il privilegio di chiacchierare con l'elegante Direttore Marketing Manuela, membro della famiglia Rivetti e buona amica di Nosetta.

Tra le nostre intenzioni, ovviamente, quella di scoprire e farvi scoprire i vini imperdibili sulle nostre tavole, quelli perfetti da regalare e da gustare, in attesa del nuovo anno.

- Ciao Manuela, ci racconti qualcosa di te?

Sono una sportiva, innamorata degli spazi aperti e della natura. Vino e vigne scorrono nel mio DNA ormai da un secolo (e il buon sangue non mente…).

La mia passione genetica e una laurea in economia aziendale mi hanno permesso di realizzare un bellissimo sogno: trasmettere e promuovere l'arte del vino nel mondo.

Quando non lavoro amo dedicarmi alla lettura e alla visita di musei e mostre, attività che in questo momento mi mancano molto.

- La Spinetta è...

LA SPINETTA è un'opera di amore, umiltà, rispetto. Una tradizione secolare, iniziata dai miei nonni, e portata avanti da noi, ogni giorno con entusiasmo.

- Hai un motto di vita?

Questa citazione di Pasolini mi fa sempre pensare:

"Qual è la vera vittoria, battendo le mani o a cuori che battono?"


- E la tua citazione preferita sul vino?


Una citazione attribuita a Napoleone:

“Non posso vivere senza champagne. Nella vittoria me lo merito e nella sconfitta ne ho bisogno"


- Qual è la parte più emozionante del lavorare in una delle più prestigiose aziende produttrici di vino?


Avere l'opportunità di condividere la passione per il vino (e per i nostri vini!) con persone provenienti da tutto il mondo.

Sono cresciuto con l'azienda e so quanto la mia famiglia ha lavorato e continua a lavorare per ottenere grandi risultati.

Da loro ho imparato che non si tratta solo di fare vino, ma anche di rispettare la natura e la tradizione, con lo sguardo rivolto al futuro.

E poi… trovo sempre incredibile incontrare persone che amano i nostri vini quanto noi!

- Qual è il tuo preferito?

Sono un wine lover a 360 gradi e sono aperto a tutte le qualità… ci sono tante regioni vinicole nel mondo e sono motivato a scoprirle tutte!

Il mio preferito, però, sarà sempre il Barbaresco, la sua eleganza e complessità sono pura poesia.


- La parte più difficile del lavoro come dirigente donna nel settore vitivinicolo?


Credo che ogni azienda ti metta alla prova ogni giorno e che la maggior parte delle volte la sfida sia con te stesso.

Essendo la cantina di proprietà della mia famiglia, devo ammettere di trovarmi in una posizione privilegiata; tuttavia, ho lavorato duramente per dimostrare che da giovane donna potevo essere uguale, se non più qualificata, degli uomini.

La nostra attività era tradizionalmente dominata dagli uomini e sono molto orgoglioso che le donne di grande talento abbiano cambiato la situazione!

- Vuoi darci un'anteprima dei tuoi progetti futuri?


A breve lanceremo un progetto in Toscana, chiamato "La Spinetta nel Borgo"; prevede l'apertura di un agriturismo con appartamenti, ristorante e Spa nel borgo medievale di Casanova (proprio lì dove nel 2001 abbiamo iniziato a produrre vino!)

- Quali consigli di moda daresti per essere elegante e serio allo stesso tempo sul posto di lavoro?


Sono molto appassionata di moda e scelgo sempre con attenzione cosa indossare. Il mio consiglio è:

non sembrare mai squallido, non sai mai cosa succederà nello spazio di un giorno!

- Adesso puoi dirci... qual è la tua Nosetta preferita?


Assolutamente la Carlotta in Cotton Tweed, di colore Sale e Pepe… con essa è stato amore a prima vista!

 

- Ultima domanda... il vino giusto per queste Feste 2020... da regalare o da bere durante il lockdown?

Credo che (rimanendo in Italia) ci siano almeno tre tipologie ideali di vino!

Non può mancare un metodo classico, che è sempre sinonimo di festa e allegria e l'Alta Langasarebbe perfetta.

Un grande vino rosso come Barbaresco, Barolo, Sangiovese, Aglianico del Vulture, c'è l'imbarazzo della scelta...

Ma la mia selezione personale sarebbe:

- Barolo Via Nuova E.Pira - Chiara Boschis. Una donna incredibile.
- Barbaresco Serraboella - Fratelli Cigliuti
- Alta Langa Rosé - Colombo Cascina Pastori
E poi beh, non è Natale senza Moscato d'Asti!

 

 



Also in LE AVVENTURE DI NOSETTA

WONDERLAKE GUIDE 2022
GUIDA WONDERLAKE 2022

maggio 07, 2022 1 min read

Solo gli ideatori del Design Festival del Lago di Como potevano creare una guida ricercata per una esperienza autentica ed innovativa nel nostro territorio.

Per saperne di più
VIA VITANI. OUR STREET.
VIA VITANI. LA NOSTRA VIA.

aprile 26, 2022 2 min read

Dove l’antico incontra il nuovo, in una autentica esperienza italiana.

Nel pieno centro di Como sta rinascendo un luogo dove storia, artigianato, cultura, moda, buon cibo e amabile vino si incontrano. Questo luogo si chiama Via Vitani, una vera e propria perla che racchiude l’anima della città.

Per saperne di più
72 HOURS IN THE GARDENS OF LAKE COMO
72 ORE PER I GIARDINI DEL LAGO DI COMO

aprile 15, 2022 3 min read

I giardini sono spesso considerati un elemento di valore delle ville, ma in primavera diventano la vera attrazione per le loro fioriture e per il piacere di visitarli sotto il sole dopo i mesi invernali. Vale la pena di di trascorrere un weekend programmandone uno al giorno.

Per saperne di più

[[recommendation]]